Cosa succede se si catapulta un’intera classe in un’aula virtuale?
L’integrazione e l’inclusione sono garantiti e in più, grazie alle innovative, flessibili e ricche piattaforme didattiche, si consente allo studente di restare in contatto con il docente fuori dall’aula, e permette anche ai genitori di monitorare le attività e i progressi fatti a scuola.
Un esempio di piattaforma didattica per la gestione della classe virtuale è bSmart, dove è possibile imparare e sperimentare in modo sicuro e protetto.

Il cambiamento è ovunque, e anche la scuola italiana lo ha subito. Il sostantivo “cambiamento” si riferisce a tutte quelle cose o situazioni che sono diverse da ciò che erano prima. Oggi, il cambiamento ha portato la scuola italiana ad avere sempre più l’esigenza di gestire anche a distanza la collaborazione tra studenti e gruppi di lavoro, come se fossimo all’interno della stessa classe; ciò di cui si parla però non è un ambiente fisico, è una classe virtuale, la quale è composta dall’insieme degli utenti che si incontrano, come in una vera e propria classe fisica, l’unica differenza è, appunto, che si tratta di uno spazio online (virtuale), attraverso una piattaforma o software, a fini comunicativi e/o formativi.

S. LATTES & C. EDITORI S.p.A.

Via Confienza, 6 - 10121 Torino

Codice Fiscale e Partita Iva: 04320600010
Iscrizione Registro Imprese di Torino n. 04320600010

Capitale Sociale Euro 1.430.000 interamente versato

S. LATTES & C. EDITORI S.p.A.© 2019

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Leggi di più