Strategie Inclusive

Un cambiamento possibile: da aula tradizionale ad aula digitale inclusiva

Trasformare la tradizionale aula scolastica in un’aula digitale inclusiva è possibile attraverso una didattica digitale indirizzata all’inclusione.

Per aula digitale inclusiva si intende un ambiente dinamico in cui convergono linguaggi digitali e strumenti multimediali (LIM, computer, connessione a Internet, ecc.) a supporto di metodi e strategie didattiche che favoriscono l’inclusione di alunni stranieri e alunni con disturbi/disabilità.

Affinché un ambiente con queste caratteristiche possa favorire l’inclusione, occorre fare in modo che la multimedialità (comunicazione parallela su diversi codici basati su immagini, testi, suoni, filmati, ecc.) possa incontrare la multisensorialità degli studenti, per far sì che la lezione possa essere svolta utilizzando consapevolmente più codici comunicativi (per incontrare tutti i componenti della classe).

Per favorire questo incontro è forndamentale il ruolo dell’insegnante che, nella veste di regista del processo di insegnamento/apprendimento, deve integrare strumenti e metodologie per poter essere il facilitatore del processo di inclusione, trasformando così una generica aula digitale in un’aula digitale inclusiva.

Primi passi verso l’innovazione

L’introduzione delle tecnologie nella scuola è stata oggetto di studi specifici, i quali hanno individuato la funzione e il contributo reso, a fini didattici, dall’uso della LIM (Lavagna Interattiva Multimediale) all’interno dell’innovazione dell’ambiente di apprendimento e delle metodologie didattiche.

Questo strumento rappresenta una nuova possibilità per l’apprendimento cooperativo, poiché consente il passaggio da una didattica trasmissiva a una laboratoriale. Il PC, nato per un uso individuale, grazie alla LIM è stato trasformato in uno strumento interattivo per l’intera classe, consentendo un lavoro a più mani, e dunque il coinvolgimento e la partecipazione attiva dell’intera classe, consentendogli di manipolare, salvare e modificare tutto ciò che viene visualizzato sulla lavagna digitale.

In questo modo la LIM diventa il luogo dell’apprendimento condiviso, dove alunni e insegnanti possono insieme costruire il processo che porta alla conoscenza, avvalendosi dei linguaggi multimediali per supportare progressivamente il processo della comprensione.

A cura di Simona Giuliana

Inclusione, Scuola, LIM, Cooperazione, Competenza Digitale

S. LATTES & C. EDITORI S.p.A.

Via Confienza, 6 - 10121 Torino

Codice Fiscale e Partita Iva: 04320600010
Iscrizione Registro Imprese di Torino n. 04320600010

Capitale Sociale Euro 1.430.000 interamente versato

S. LATTES & C. EDITORI S.p.A.© 2019